disinfezione

AREA DEL SITO WWW.CHIRURGIATORACICA.ORG DEL DOTT. MARCELLO COSTA ANGELI


    Home sala operatoria broncoscopia link disclaimer       

Su
La procedura
Assistenza paziente
Metodiche
Protezioni
disinfezione
Apparecchiature
Verifica prelievi
Verifiche materiali
Protocollo

Noi aderiamo ai principi della carta HONcode della Fondazione Health On the Net

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Verifica qui

PROCEDURE DI DISINFEZIONE

I pazienti ed il personale operante in endoscopia, sono soggetti a due diversi rischi:

  •  Infettivo (i principali germi presenti in ambito endoscopico sono Mycobacterium Tubercolosis,Virus Epatite B e C, HIV, Pseudomonas aeuroginosa),

  • tossico (esposizione a sostanze chimiche disinfettanti come decontaminanti, Gluteraldeide 2/20%, detergenti,

è quindi necessario procedere alla disinfezione degli strumenti e accessori secondo le vigenti linee guida. Per questo motivo in un servizio d’endoscopia si procederà a sterilizzazione e disinfezione di livello elevato. La strumentazione presente può essere considerata critica, semicritica e non critica e ad ogni strumentazione è consigliato un tipo di disinfezione (alta, bassa) o sterilizzazione.

CLASSIFICAZIONE DEGLI STRUMENTI ENDOSCOPICI

STRUMENTI

CRITICO(che entrano in contatto con tessuti sterili e mucose lesionate)

SEMICRITICO(che entrano in contatto diretto o indiretto con mucose integre)

FIBROSCOPIO

 

 

PINZE BIOPTICHE

     

 

 

SPAZZOLA PER BRUSHING

 *

     

 

CATETERI PROTETTI

     

 

 

AGHI PER AGOASPIRAZIONE

     

 

 

BRONCOSCOPIO RIGIDO

 

 

PINZE PER BRONCOSCOPIO RIGIDO

     

 

 

CATETERI D’ASPIRAZIONE

 *  

     

 

OTTICHE

     

 

 

FIBRA LASER

 

     

 

Prima di procedere alla disinfezione, la strumentazione deve aver eseguito:

  • ·          prelavaggio

  • ·          decontaminazione

  • ·          Pulizia

  • ·          Verifica test di tenuta

  • ·          Disinfezione e sterilizzazione(con lavatrice o manualmente)

  • ·          Stoccaggio degli strumenti

Normalmente, un servizio d’endoscopia dovrebbe disporre di una sala operativa e di una sala dedicata ai trattamenti di pulizia e disinfezione. Nella sala dedicata alla pulizia, c’è la presenza di un lavandino, lavatrice per endoscopi, carrello biancheria, armadio contenente materiale per lavaggio strumenti.

PRELAVAGGIO

E’ effettuato al termine dell’esame, per rimuovere i residui organici che potrebbero essere rimasti sulla guaina esterna, all’interno dei canali operativi e nelle valvole. Si effettua nella sala endoscopica:

  • ·          passando con una garza il tubo esterno dello strumento per rimuovere residui organici,

  • ·          aspirando attraverso il canale operativo 100 cc circa di proteolitico(favorisce l’eliminazione di residui di sangue e di altre sostanze organiche, che se presenti limitano l’azione del disinfettante) ed aspirare al termine dell’aria per circa 30’’

DECONTAMINAZIONE

Dopo il prelavaggio si passa nella sala dedicata alla pulizia e si procede alla decontaminazione dello strumento sempre con proteolitico:

  • ·          immergere lo strumento in una vaschetta con proteolitico dopo aver rimosso la valvola d’aspirazione e la valvola del canale bioptico (FBS Olympus monouso),

  • ·          inserire con una siringa il liquido proteolitico attraverso i canali operativi e non, lasciare in immersione per circa 15.’

 

                                                    

PULIZIA

Passati i 15 minuti si procede a

  •  introdurre lo scovolino nei canali (deve essere in buono stato e di calibro corrispondente al lume interno dello strumento) ed assicurarsi che fuoriesca ogni volta dall’estremità opposta dello strumento

  •  pulire le setole prima di estrarlo,per evitare la contaminazione retrograda

  •  ripetere l’operazione per tre volte

  •  passare con una garza la guaina esterna e con uno spazzolino le manopole,la parte distale,le valvole e gli accessori usati durante l’esame

  •  sciacquare le valvole,gli accessori e i lumi del fibroscopio sotto l’acqua corrente

      

 

VERIFICA DEL TEST DI TENUTA Se strumenti disinfettati manualmente si procede a verifica del test,se disinfettato con lavatrice viene eseguita dalla macchina.

DISINFEZIONE E STERILIZZAZIONE Si differenzia in caso di disinfezione manuale o con macchina lavaendoscopi.

In caso di disinfezione manuale si procede a :

  •  Indossare mascherina,guanti,sovracamice,areare il locale

  •  Introdurre lo strumento in un lavandino con H2O,collegare il tester di tenuta,e valutare presenza di perdite(se presenza di perdite procedere in ogni caso alla disinfezione e poi contattare gli elettromedicali segnalando il guasto)

  •  Asciugare le pareti esterne del fibroscopio e le pareti interne dei due canali operativi,servendosi dell’aspirazione o con una siringa(<la concentrazione del disinfettante).

  •   Asciugare le valvole e gli accessori usati durante l’esame

  •  Immergere lo strumento,le valvole,gli accessori,in una soluzione di Gluteraldeide alcalina attivata al 2%(validità di circa 14 giorni),

  •  Riempire con la soluzione di Gluteraldeide i canali operativi

  •  Chiudere il recipiente con un tappo (<vapori soluzione),e lasciare immersi gli strumenti per il tempo indicato  dalla casa produttrice

 DISINFEZIONE TRA UN ESAME L’ALTRO TEMPO MINIMO DI IMMERSIONE DI 30’

 STERILIZZAZIONE DELLO STRUMENTO TEMPO MINIMO D’IMMERSIONE DI 10 ORE

 Prima di utilizzarli risciacquare abbondantemente ed accuratamente con  H2O,sia le pareti esterne che i canali operativi ,sia le valvole e gli accessori

  •      Asciugare con garze e aria compressa< ad 1 atm i canali

  • ·          Il materiale di pulizia viene disinfettato dopo ogni utilizzo

  • ·          Rimontare le valvole e i tappi sul fibroscopio

Negli ultimi tempi ,per gli accessori è fortemente consigliato l’utilizzo di materiale monouso.

In caso di disinfezione con macchina lavaendoscopi:

  • Indossare mascherina,guanti,sovracamice,areare il locale

  • Posizionare lo strumento nell’apposito cestello(non serve asciugare lo strumento )

  • Collegare il fibroscopio con il tester di tenuta (se presenza di perdite procedere in ogni caso alla disinfezione e poi contattare gli elettromedicali segnalando il guasto)

  • Raccordare il canale aspirativo con l’apposito tubo di lavaggio(ogni strumento ha un  raccordo apposito,che garantisce il collegamento durante il lavaggio)

  • Raccordare il canale operativo con l’apposito tubo di lavaggio (ogni strumento ha un  raccordo apposito,che garantisce il collegamento durante il lavaggio)

  • Mettere nell’apposito cestello(forato in modo da consentire il lavaggio) chiuso gli accessori ,le valvole

  • Chiudere lo sportello e scegliere il ciclo di lavaggio

  • La lavatrice ETD2 comprende un ciclo di lavaggio(disinf) se resta inattiva per >24 ore

  • La lavatrice ETD2 comprende un ciclo di lavaggio economico tra un esame (fortemente raccomandato e in grado di <carica microbica )

  • La lavatrice ETD2 comprende un ciclo di lavaggio lungo,con asciugatura completa dello strumento a fine giornata e in caso di emoftoe,corpo estraneo,T.B.C sospetta o accertata

  • In caso di pazienti affetti da HIV e Immunodepressi,eseguire un ciclo di disinfezione prima dell’esame(economico)

 STOCCAGGIO DEGLI STRUMENTI Una volta disinfettati gli strumenti sono appesi sull’apposito gancio e in un armadio al riparo della polvere o in una federa pulita(utilizzata sia per il trasporto sia per riporlo in reparto )

RIORDINO E PULIZIA CARRELLO ENDOSCOPICO Al termine di ogni esame si ha il compito di riordinare il banco di lavoro ,gettare ogni materiale monouso, e pulire quello non monouso.Al termine della giornata lavorativa la sala viene riordinata per <rischio d’infezioni,ripristinare il materiale usato e lasciare la sala endoscopica pronta al prossimo uso(urgenza o routine)*queste avvertenze sono da applicare anche nel caso del carrello endoscopico usato per le urgenze e fbs al letto.

ALLONTANAMENTO E GESTIONE DEI DISINFETTANTI E DETERGENTI I disinfettanti se non gestiti in modo corretto possono causare danni sia all’operatore che al paziente,da ciò l’importanza di conoscere tutte le metodiche per l’allontanamento e l’eventuale disattivazione. In caso di Gluteraldeide al 2% :

  • Indossare mascherina,guanti,sovracamice,areare il locale

  • Versare la soluzione in un bidone e inviarla agli addetti dello smaltimento rifiuti per completare l’inattivazione

  • La Gluteraldeide al 20% viene diluita e immessa nel circuito fognario

  • I flaconi vuoti di Gluteraldeide al 20 e al 2% sono da considerare rifiuti speciali

  • In caso di perdita del liquido nell’ambiente(pavimenti carrelli )

  • areare il locale,asciugare con traversa, e buttare traverse intrise nei bidoni dei rifiuti special

In caso di detergenti:

  • Buttare i flaconi vuoti  dei detergenti della lavaendoscopi (>concentrazione)nei bidoni per rifiuti speciali

BIBLIOGRAFIA

  • Linee guida A.N.O.T.E.
  • Linee guida A.I.P.O.
  • M.H.Meeker, J.C.Rothrock ”Assistenza e trattamento del paziente chirurgico” Ed. UTET, Milano,
  • Opuscolo informativo azienda Olympus
  • Brunner L.S.,Suddarth D.S.,”Nursing medico chirurgico ” Ed,Ambrosiana, Milano, 2001
  • A.A.V.V.,”Il paziente critico” Ed.Ambrosiana, Milano,1997

[1] * Attualmente non in uso nel Servizio di Endoscopia della Ch. Toracica.

3   In altri centri viene utilizzata Atropina 0.5 mg + Valium gocce pari alla metà del peso corporeo, 30’ prima dell’esame, con la finalità di ridurre le secrezioni e diminuire lo stimolo alla tosse.

4 In altri centri il  paziente viene sdraiato sul lettino,  il medico si  posiziona posteriormente per introdurre lo strumento dalla bocca.

Questa pagina è stata aggiornata il :19/02/2011 

Su
Protocollo

 

 

Potete inviare a WebmasterAzienda un messaggio di posta elettronica contenente domande o commenti su questo sito Web.  Le informazioni assunte da queste pagine devono essere sempre vagliate dal proprio medico curante. Copyright © 2001/2/3/4/5/6/7/8/9/10/11/12/13 - Azienda
Ultima aggiornamento  in data : 21 aprile 2013