Assistenza paziente

AREA DEL SITO WWW.CHIRURGIATORACICA.ORG DEL DOTT. MARCELLO COSTA ANGELI


    Home sala operatoria broncoscopia link disclaimer       

Su
La procedura
Assistenza paziente
Metodiche
Protezioni
disinfezione
Apparecchiature
Verifica prelievi
Verifiche materiali
Protocollo

Noi aderiamo ai principi della carta HONcode della Fondazione Health On the Net

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilitŕ dell'informazione medica Verifica qui

preparazione del paziente IN BRONCOSCOPIA

·          Ottenere un’anamnesi accurata per informazioni utili all’esame, in particolare:

  •  assunzione di  farmaci anticoagulanti e antiaggreganti,;Presenza di coagulopatie (se fbs ambulatoriale, informare il medico)

  •  presenza di deviazioni del setto nasale e/o fratture;

  •  accertata allergia agli anestetici locali;

  •  presenza di asma, cardiopatia e diabete, gravidanza;

  •  in presenza di intervento effettuato in Ch. Toracica, identificare il tipo di strumento da utilizzare (in pazienti operati di  pneumonectomia < calibro);

  •   documentazione radiologica e dimissioni ospedaliere.

·          Spiegare al paziente come si svolge l’esame in modo da ottenere la sua collaborazione (ad esempio, eseguire respiri leggeri e frequenti dopo l’introduzione dello strumento in trachea per diminuire la tosse e l’apnea conseguente).

·          Motivare il paziente a togliere eventuali protesi dentarie o ponti mobili, rimuovere gli occhiali, togliere lo smalto dalle unghie che impedisce l’osservazione del letto ungueale e difficoltosa la lettura del saturimetro.

·          Controllare che il paziente sia a digiuno da almeno quattro ore (ab-ingestis).

·          Somministrare il farmaco pre-anestetico:

  •  Somministrare lo spray con lidocaina sia nel cavo orale ( <stimolo alla nausea) e nelle coane nasali (<algia dovuta al passaggio dello strumento), l’effetto anestetico  č di circa un'ora. 3

Posizionare il paziente sul lettino nella postura adatta alla metodica usata dal  medico. Nel nostro servizio il paziente viene  posto semiseduto, e lo strumento viene introdotto dal  naso. L’endoscopista si pone dietro la testa del paziente e solo  in caso di problemi, si introduce l’endoscopio attraverso la bocca. 4

·          Controllo dei parametri vitali - In presenza di paziente critico o fibrobroncoscopia in sedazione:

  • Rilevare PA -FC-SPO2 ,stato di coscienza;

  • applicare cannula periferica.

assistenza  al paziente durante la broncoscopia

·          Collaborare con il medico durante l’introduzione dello strumento.

·        Assistere il paziente prima e dopo l’introduzione del broncoscopio, tranquillizzandolo.Far eseguire respiri leggeri e frequenti, sino alla  risoluzione della sensazione d’apnea o tosse.

·          Porre il paziente in posizione supina a circa 30° in caso di FBS con strumento flessibile; in caso di broncoscopia con strumento rigido: supina con un cuscino sotto le spalle in modo da   mantenere iperesteso il capo e facilitare l’introduzione dello strumento (nel nostro ambulatorio c’č la  presenza di un poggiatesta collegato ad un dispositivo che   consente di aumentare o diminuire l’iperestensione capo). Se broncoscopia per via orale, mantenere in  sede il boccaglio ( per evitare morsicature dello  strumento).

·          Osservare il paziente ed informare il medico in presenza di:

  • variazione  dello stato di coscienza,

  • presenza di agitazione motoria,

  • insorgenza improvvisa di cianosi,

  •  in presenza di monitorizzazione, verifica dei parametri vitali.

·          Somministrare farmaci su indicazione medica

·          Collaborare con il medico nell’esecuzione di manovre operative e nella raccolta del prelievo bioptico, nel brushing, broncolavaggi e rimozione di corpi estranei.

assistenza al paziente post broncoscopia

·          Alzare la testata del  lettino

Informare il paziente che le difficoltŕ respiratorie e la tosse, sono transitori causati dall’esame e dall’anestetico come l’eventuale presenza di sangue nell’escreato e del possibile rialzo termico nelle ore successive all’esame.

  •   Informare il paziente di osservare il digiuno dopo l’esame per circa un’ora e comunque fino alla ricomparsa del riflesso della deglutizione.

  •  Osservare il paziente per rilevare eventuali variazioni del respiro e  dello stato di coscienza.

  •  Comunicare al medico eventuali problemi insorti.

  •  Il paziente č tenuto sotto osservazione per circa 30’, in caso si verificassero problemi durante l’esame viene inviato in reparto per prolungare il periodo di osservazione.

  •   In caso di  utilizzo di pinze bioptiche, applicare tagliando di avvenuta sterilizzazione sul referto (sterilizzate come da indicazioni interne all’azienda)  

Questa pagina č stata aggiornata il :19/02/2011

Su
Presentazione

 

 

Potete inviare a WebmasterAzienda un messaggio di posta elettronica contenente domande o commenti su questo sito Web.  Le informazioni assunte da queste pagine devono essere sempre vagliate dal proprio medico curante. Copyright © 2001/2/3/4/5/6/7/8/9/10/11/12/13 - Azienda
Ultima aggiornamento  in data : 21 aprile 2013