Terapie diverse

INFORMAZIONI MEDICHE SULL'ECCESSO DI SUDORE e SULL'ARROSSIRE SENZA MOTIVO  fornite dal Dott. Marcello Costa Angeli - Chirurgo Toracico - Dirigente Medico con incarico professionale di eccellente specializzazione per la patologia del sistema nervoso simpatico  Unità Operativa di Chirurgia Toracica  - Ospedale San Gerardo  - Monza

   Sist. nervoso Testimonianze Disclaimer F.A.Q. Iperidrosi F.A.Q. Eritrofobia Ospedale S. G. Termoregolazione Sudore e psiche        AREA DEL SITO WWW.CHIRURGIATORACICA.ORG DEL DOTT. MARCELLO COSTA ANGELI

Home
Tossina Botulinica
I deodoranti
Antitraspiranti
Ionoforesi
Terapie alternative

LE ALTRE TERAPIE DELL'IPERIDROSI

Purtroppo la diffusione delle notizie ai medici sui progressi oggi ottenuti su tale disagio è molto indietro.  Per tale motivo il paziente che  si reca oggi dal proprio curante si sente rispondere il più delle volte, dopo alcuni tentativi con l'uso di deboli antitraspiranti, che  a tale problema non vi è soluzione  e che probabilmente è legato  ad uno stato d'ansia la cui cura è più dannosa del disagio stesso per cui viene detto che : la cosa migliore è imparare a convivere con tale situazione. ...... ( NON E' VERO !! ). In realtà  ben sappiamo che non sono nè l'ansia nè lo stress le cause di una ipersudorazione essenziale, che invece pone le sue basi fisiologiche in un ipertono simpatico; caratteristica della persona trasmessa geneticamente  (da padre e madre ai discendenti ) in forma di "penetranza incompleta" ( termine che significa che si esprime in modo diverso come entità e forma nelle generazioni ).  La terapia medica oggi ancora non non ha armi specifiche contro tale situazione.!! Nelle pagine successive troverete alcune possibilità curative  che non rappresentano altro che i primi  tentativi per arrivare successivamente a concludere che la terapia chirurgica è la forma terapeutica migliore in termini di costo/rischi e benefici.

L'uso dei FARMACI nell'iperidrosi : Non esistono farmaci specifici contro la sudorazione profusa sopratutto se localizzata. Spesso vengono somministrati farmaci psicotropi (specialmente sedativi) e/o anticolinergici, ma dati i dosaggi richiesti per raggiungere un effetto accettabile contro l' iperidrosi, gli effetti collaterali diventano generalmente insopportabili.  Per questa ragione non possono essere raccomandati nella maggioranza dei casi. Nei pochi pazienti che soffrono di ipersudorazione del tronco o generalizzata, per i quali non sono disponibili altri metodi di terapia, una leggera dose di anticolinergici può diminuire leggermente la sudorazione senza rendere la vita insopportabile a causa dei loro effetti collaterali (secchezza delle fauci, difficoltà di accomodamento della lente oculare). L'applicazione più ragionevole sembra essere quella proposta da White; utilizzare gli anticolinergici come una "terapia di emergenza" in quelle situazioni che richiedono un controllo rapido e transitorio dell'iperidrosi.

Un Quesito: Ho sentito parlare di alcuni farmaci, prescritti soprattutto all'estero, per la cura dell'iperidrosi e dell'ereutofobia (anticolinergici), tipo il Robinul. Immagino che vi siano degli effetti indesiderati nell'uso di questa terapia, se in Italia non viene prescritta. Potrebbe indicarmeli?

Risposta: Il principio attivo della specialità medicinale "Robinul" è il glicopirrolato (o glicopirronio bromuro) non commercializzato in Italia, appartenente alla classe degli antimuscarinici (anticolinergici), farmacologicamente correlabile all'atropina. L'impiego di glicopirrolato come farmaco alternativo nel trattamento dell'iperidrosi (2 mg tre volte al giorno per os) non risulta supportato da studi clinici, ma ha una connotazione essenzialmente aneddotica; gli effetti indesiderati sono principalmente secchezza della bocca e, negli anziani, disturbi della visione e ritenzione urinaria. In realtà, tutti gli anticolinergici, fra cui il glicopirrolato, possiedono un numero estremamente elevato di effetti indesiderati (dose-dipendenti), fra cui difficoltà nella masticazione e nella deglutizione, dilatazione della pupilla, fotofobia, visione offuscata e glaucoma acuto; altri effetti riportati sono ritenzione urinaria, riduzione delle secrezioni bronchiali, costipazione, confusione mentale, nausea, vomito, tachicardia, palpitazioni e aritmie. Come può capire, non si tratta certo di un impiego comune, nè, tanto meno, privo di effetti indesiderati. Alcuni testi riportano l'impiego di anticolinergici come trattamento topico nell'iperidrosi in concentrazioni comprese fra lo 0,5% e il 2% sottoforma di crema o roll-on. Il trattamento, basato sull'applicazione, una volta al dì, di una crema all'1%, è risultato efficace nel controllo della sudorazione gustativa (sindrome di Frey), un disturbo che si manifesta frequentemente nelle persone diabetiche o che hanno subito un intervento di asportazione della parotide. Negli studi non sono stati riportati effetti indesiderati correlati al trattamento con il farmaco in questione. In realtà, risulta difficile ammettere che questo trattamento sia del tutto privo di effetti indesiderati: un farmaco, per esplicare la sua azione, deve quanto meno essere assorbito, raggiungere il torrente circolatorio e interagire con recettori specifici. Ogni attività farmacologica, infatti, è sempre accompagnata da effetti indesiderati più o meno accentuati. E' dunque auspicabile che vengano condotti ulteriori studi al fine di stabilire l'effettiva assenza di effetti indesiderati di questo trattamento.

Data  ultimo aggiornamento della pagina :11/03/2012

 

Su
ERITROFOBIA
RAYNAUD
SINDROME DEL QT LUNGO
CPVT

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medicaVerifica qui

Potete inviare a WebmasterAzienda un messaggio di posta elettronica contenente domande o commenti su questo sito Web.  Le informazioni assunte da queste pagine devono essere sempre vagliate dal proprio medico curante.  Copyright © 2001/2/3/4/5/6/7/8/9/10/11/12/13/14/15 - Azienda Ultimo aggiornamento in data : 11 gennaio 2015

Home Su Sist. nervoso Testimonianze Disclaimer F.A.Q. Iperidrosi F.A.Q. Eritrofobia Ospedale S. G. Termoregolazione Sudore e psiche