GINECOMASTIA

AREA DEL SITO WWW.CHIRURGIATORACICA.ORG DEL DOTT. MARCELLO COSTA ANGELI
   Home DISCLAIMER       

Su
CA MAMMELLA MASCHILE
NEOPLASIE
GINECOMASTIA

Questa pagina è stata aggiornata in data: 01/03/2011

GINECOMASTIA (eccessivo sviluppo del seno maschile) ... è una condizione caratterizzata da un aumento di dimensioni delle mammelle nell'uomo.
La ghiandola mammaria dell'uomo alla pubertà, sotto stimolo ormonale, aumenta di volume ma, ben presto, va incontro ad atrofia.
In alcuni individui si sviluppa in modo variabile portando ad un aumento di volume della mammella in toto con aspetto femminile..

  La ginecomastia può essere:

bullet

 vera cioè causata da un aumento di volume della ghiandola mammaria

bullet

 falsa  ( ADIPOMASTIA ) cioè dovuta ad un eccesso di massa adiposa ( grasso ).

bullet

 mista - Le due condizioni possono coesistere: è possibile che ci siano sia un'ipertrofia della ghiandola e un aumento della

componente adiposa di grado variabile.

DIAGNOSI - La diagnosi viene fatta durante la visita specialistica: con la palpazione siamo in grado di valutare, se c'è, l'ipertrofia della ghiandola, l'eccesso di grasso o entrambe le condizioni.
Per una valutazione più precisa delle dimensioni e della struttura della ghiandola si può eseguire una ecografia della regione mammaria. Questi accertamenti sono importanti per la decisione sul tipo di trattamento da effettuare.

TRATTAMENTO - Il trattamento è chirurgico se si tratta di una ginecomastia vera oppure di un eccesso di grasso.

Ginecomastia FALSA ( adipomastia )


L'eccesso di tessuto adiposo: può essere corretto con la
liposuzione.

L'intervento viene eseguito nella maggior parte dei casi in anestesia locale in regime di day hospital.

 

Ginecomastia VERA

Se la componente ghiandolare non è eccessiva ci si può anche limitare alla liposuzione. Nelle foto prima e dopo asportazione dell'eccesso ghiandolare e adiposo mediante LIPOSUZIONE IN ANESTESIA LOCALE.

             

Se l'aspirazione non è sufficiente, si asporta chirurgicamente la ghiandola attraverso una incisione periareolare ( nel margine inferiore dell'areola mammaria ) e si rimodella la componente adiposa con la liposuzione. Nelle forme di maggiore entità l'eccesso adiposo e ghiandolare va rimosso chirurgicamente e la sola liposuzione non basta per cui si opera attraverso l'incisione descritta ma estesa su tutta la circonferenza dell'areola Il capezzolo va trasposto in una posizione più alta,  per dare un aspetto maschile al seno, ed è necessario asportare anche una fascia di cute e quindi operare una ricostruzione plastica della mammella ( mastectomia sottocutanea ). L'intervento viene eseguito in anestesia generale. Ha una durata di ca. 2 ore e prevede il ricovero per alcuni giorni. Al risveglio due piccoli drenaggi sono posizionati nella sede di intervento e vengono rimossi il giorno successivo.

Dopo l'intervento il torace viene fasciato con una medicazione compressiva che favorisce l'adesione della cute al muscolo pettorale liberato dalla ghiandola e per evitare raccolte sierose delle aree chirurgiche.

RISCHI E COMPLICANZE
Le potenziali complicanze della riduzione chirurgica della ginecomastia sono quelle comuni a tutti gli interventi chirurgici e includono le reazioni all'anestesia, l'ematoma e l'infezione. La complicanza più temuta, ma estremamente rara, è la necrosi del capezzolo quando la sua vascolarizzazione non sia sufficiente dopo la sua trasposizione. La fascia
va tenuta per alcune settimane. L'attività fisica non va ripresa prima di un mese dall'intervento.

QUANTO DURA IL RISULTATO?
Il risultato è definitivo.

 

se avrete bisogno di  ulteriori informazioni per l'intervento o se volete una visita per diagnosi e chiarimenti potete scrivere una mail a:

mangeli@yahoo.com

Il Dott. Marcello Costa Angeli vi risponderà.

Su
Primo esempio
Secondo esempio
Terzo esempio

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica

Aderiamo allo

 standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica


Verifica qui

 

Potete inviare a WebmasterAzienda un messaggio di posta elettronica contenente domande o commenti su questo sito Web. Le informazioni assunte da queste pagine devono essere sempre vagliate dal proprio medico curante. Copyright © 2001/2/3/4/5/6/7/8/9 - Azienda Ultimo aggiornamento in data : 22 maggio 2011