Legislazione

AREA DEL SITO WWW.CHIRURGIATORACICA.ORG DEL DOTT. MARCELLO COSTA ANGELI

Noi aderiamo ai principi della carta HONcode della Fondazione Health On the Net Home Centri antifumo I danni da fumo Il fumo e le donne Epidemiologia Sigaro e Pipa Perchè  smettere Come non fumare   

Un pò di storia
Cronologia tabacco
Cristoforo e il tabacco
Legislazione
Il Fumo attivo
Il Fumo passivo
Dubbi ??
La combustione
Composizione fumo
La Nicotina
Il Monossido di C.
Irritanti
Cancerogeni
I radicali liberi
Nicotino-Dipendenza
E la pubblicità ?
Le frasi celebri

 

 

COSA DICE IL LEGISLATORE

STORIA DELLA LEGISLAZIONE ITALIANA SUL FUMO DI TABACCO

 1934, l'art.25 del regio decreto 24 dicembre n.2316vieta la vendita di sigarette e tabacco ai minori di 16 anni sia che il minore acquisti per conto proprio che di un mandante: in entrambi i casi infatti, sussiste il pericolo che il minore usi personalmente il tabacco.

1962, LEGGE 165, vieta la pubblicità dei prodotti da fumo;

1962, venne presentato un progetto di legge del Sen. Terracini che proponeva di vietare il fumo nei teatri ma non venne mai considerato.

1964, venne ripresentato in Parlamento il progetto di legge del Sen. Terracini ma non venne mai discusso.

1968, venne presentato il progetto di legge del Min. Mariotti (simile a quello del Sen. Terracini), ma non venne mai approvato.

1969, venne nuovamente presentato il progetto di legge del Sen. Terracini, ma non venne mai discusso.

1970, vennero presentati tre progetti per la salvaguardia della salute umana nei confronti dei danni da fumo di tabacco ma non vennero approvati.

1975, legge 584 dell'11 novembre, vieta il fumo nei nei luoghi pubblici.

1986, il progetto di legge del Min. Degan vietava il fumo nei luoghi pubblici e privati, ma venne bocciato in Parlamento.

1989, per la necessita'di adeguarsi alle norme della CEE, una Direttiva del Consiglio dei Ministri impose di indicare sui pacchetti di sigarette il contenuto di nicotina e di catrame e obbligò a stamparvi tre frasi ben in vista per il fumatore:
"IL FUMO PROVOCA IL CANCRO"
"NUOCE GRAVEMENTE ALLA SALUTE"
"IL FUMO PROVOCA MALATTIE CARDIOVASCOLARI"
ed eventualmente altre frasi facoltative.

1990, il 17 maggio una Direttiva del Consiglio dei Ministri successiva a una legge CEE, stabiliva che entro il 1992 il contenuto di catrame delle sigarette non potesse superare i 15 mg. (diventeranno 12mg. dopo il 1997) 1991, il 7 maggio una sentenza della Corte Costituzionale ribadiva la validita' della legge 584/75, messa in discussione da alcune sentenze di tribunale.

1992, il 30 ottobre il Min. De Lorenzo presento' un disegno di legge che vietava il fumo nei luoghi pubblici o accessibili al pubblico e prescriveva di adibire una "zona fumatori" nei locali chiusi aperti al pubblico purche' muniti di adeguati aspiratori...Non e' mai stato discusso.

1994, il 12 gennaio venne pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il Programma per il Piano Sanitario Nazionale nel triennio 1994-96, che prevedeva tra l'altro, di formulare leggi idonee a controllare il fumo di tabacco nei luoghi chiusi, per adeguare il nostro Paese alle norme della CEE .Ancora non è stato fatto.

1994, Decreto legislativo 626 del 19 settembre "miglioramento della sicurezza e della salute dei lavoratori sul luogo di lavoro

1995, il Consiglio di Stato conferma la sentenza del TAR-LAZIO sul divieto di fumo in alcuni Enti pubblici.

1995, il 14 dicembre con una Direttiva del Presidente del Consiglio, su proposta del responsabile della Sanità, Elio Guzzanti, il GOVERNO ha deciso di mettere fuori-gioco i fumatori in tutti i locali delle PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI di tutta Italia. Un "off-limit" valido anche per le aziende private che gestiscono servizi pubblici in regime di concessione di appalto, di convenzione e accreditamento.

1998: il fumo nel Piano Sanitario nazionale 1998-2000

2000, 1 settembre (Consiglio dei ministri ) Disegno di Legge Veronesi.

Legge 584
Legge 626
Direttiva C. M.
P.S.N. 2000 e fumo
D.L. Veronesi

Potete inviare a WebmasterAzienda un messaggio di posta elettronica contenente domande o commenti su questo sito Web. 
Le informazioni assunte da queste pagine devono essere sempre vagliate dal proprio medico curante.
Copyright © 2001/2/3/4/5/6/7 - Azienda
Questa pagina è stata aggiornata l'ultima volta in data : 04 giugno 2007